Il mio nome è Gennaro Lendi, e come voi sono un lettore. Mi piace leggere soprattutto della mia più grande passione, che incidentalmente è anche il mio lavoro: il reining. Il reining è, secondo me, una vera e propria forma d’arte. E l’arte ha sempre bisogno di tanti diversi attori per esprimersi e manifestarsi: chi crea l’opera, chi la osserva, chi la ammira e, perché no, chi la critica. E poi naturalmente, chi la vende e chi la compera, chi organizza le mostre, chi la recensisce e chi legge le recensioni. Ma anche chi produce i materiali e i colori con cui l’artista lavora, e sopra ogni cosa chi lo ispira: per noi che facciamo reining, i nostri splendidi cavalli. Volevo leggere di tutti questi attori, del loro punto di vista tecnico, ma anche personale e a volte intimo. Volevo ascoltare trainers, allevatori, veterinari, maniscalchi, non pro, aziende, artigiani, dirigenti sportivi e tutti coloro che popolano il nostro mondo, per imparare da loro, e volevo farlo in buona compagnia, insieme a tutti voi. Volevo soddisfare le mille curiosità che affollano la mia mente e, ne sono certo, anche la vostra, facendo domande e magari strappando qualche segreto. Così è nato Horsense. Per tutti quelli che hanno il “senso del cavallo”. Sarà il nostro magazine portatile, sempre con noi, sfogliabile in ogni momento dal tablet o dallo smartphone; e ogni volta che lo vorremo ci metterà in contatto con le persone che riguardo al nostro sport hanno qualcosa di interessante da dire.